ANIME SENZA VOCE 3° Edizione

21 – 23 Settembre 2018  •  San Marino (RSM)

Per la terza edizione dell’evento artistico Internazionale “Anime Senza Voce” si è spostata nella storica location del centro storico di San Marino. Dal 21 al 23 Settembre la presidentessa Brigitte Ostwald e la sua collaboratrice Luisa Riceci hanno portato alla luce di molti turisti, cittadini e semplici passanti il forte tema dell’abuso minorile. Grazie alla partecipazione di diverse associazioni benefiche, club e performance d’artisti; l’evento ha avuto un risalto ancora più grande.

Con 60 artisti presenti, 300 opere esposte, l’inaugurazione tenutasi a Palazzo S.U.M.S. non poteva che essere un successo. Con anche un saluto dallo storico e critico d’arte Antonio Dal Muto e la performance sensoriale dell’artista Mary Sperti.
L’apertura dell’evento è poi proseguita a Palazzo Graziani con la performance emotiva e concettuale dell’artista Antonella Turci. Nelle altre due giornate si sono svolti altre attività come workshop di pittura per i più piccoli, spettacoli di
ginnastica acrobatica e una serie di dibattiti sulla violenza verso i minori.

Novità di quest’anno fu la presenza di una lotteria di beneficienza, dove ogni partecipante, grazie ad una donazione, riceveva la possibilità di aggiudicarsi un’opera esposta e anche fare un’opera di bene verso le ONLUS che aiutano e sostengono minori e donne vittime di abusi.

Per la terza edizione dell’evento artistico Internazionale “Anime Senza Voce” si è spostata nella storica location del centro storico di San Marino. Dal 21 al 23 Settembre la presidentessa Brigitte Ostwald e la sua collaboratrice Luisa Riceci hanno portato alla luce di molti turisti, cittadini e semplici passanti il forte tema dell’abuso minorile. Grazie alla partecipazione di diverse associazioni benefiche, club e performance d’artisti; l’evento ha avuto un risalto ancora più grande.

Con 60 artisti presenti, 300 opere esposte, l’inaugurazione tenutasi a Palazzo S.U.M.S. non poteva che essere un successo. Con anche un saluto dallo storico e critico d’arte Antonio Dal Muto e la performance sensoriale dell’artista Mary Sperti.
L’apertura dell’evento è poi proseguita a Palazzo Graziani con la performance emotiva e concettuale dell’artista Antonella Turci. Nelle altre due giornate si sono svolti altre attività come workshop di pittura per i più piccoli, spettacoli di
ginnastica acrobatica e una serie di dibattiti sulla violenza verso i minori.

Novità di quest’anno fu la presenza di una lotteria di beneficienza, dove ogni partecipante, grazie ad una donazione, riceveva la possibilità di aggiudicarsi un’opera esposta e anche fare un’opera di bene verso le ONLUS che aiutano e sostengono minori e donne vittime di abusi.